Riportiamo l'intervista pubblicata dal periodico "Il Nuovo Lupo" realizzata dall'associazione culturale Rosa Lupo (intervista realizzata da Debora Lerin).

Da Stefania Merzi un libro per genitori

Noi donne e mamme siamo diventate esperte di letture sull’infanzia per il bene dei nostri bambini. Già durante la gravidanza abbiamo letto ogni fase del cambiamento del nostro corpo fino al parto, quasi per sentirci preparate ad affrontare al meglio quel magico momento. E poi ancora letture da 0 ai 3 anni dai 3 anni ai 6 per gestire con sicurezza ogni momento della loro crescita, quasi per sentirci incoraggiate e forti nel comprendere il segreto della mente umana che si sviluppa. Probabilmente per sdrammatizzare quel senso di inadeguatezza che ogni giovane donna incontra con il primo figlio. Più si matura e più crescono i figli e maggiore è l’interesse per la pedagogia, come con un manuale, si cerca l’atteggiamento migliore per educare. In uno di questi momenti della mia vita ho letto “Ti vedo crescere” scritto da una pedagogista del nostro territorio. Vi presento Stefania Merzi. 

Come è nata la passione per i bambini?

Ho sempre avuto una predisposizione verso il mondo dell’infanzia. Ho una sorella 14 anni più giovane di me, e con lei ho fatto la mia prima pratica. A quell’età ho potuto apprezzare il suo percorso di crescita seguendola con cura nel suo benessere. Dopo il liceo “Montanari” ho perseguito la laurea triennale e poi la specialistica in Scienze Pedagogiche. Ho iniziato la mia carriera nel mondo della scuola 13 anni fa, iniziando dall’ asilo nido, passando poi alla materna ed attualmente insegno presso la scuola primaria privata “Gavia” di Verona. Non ho mai abbandonato gli studi perché, con i bambini, bisogna essere costantemente aggiornati, e la pedagogia parte dalla teoria per arrivare ad una pratica il più possibile “su misura” per ogni bambino, in quanto persona vista nella sua unicità. 

Cosa non deve mancare assolutamente ad un genitore?

Prima di tutto il genitore deve sapere che con i bambini, almeno fino all’adolescenza, nulla va mai perduto. Si può sbagliare ma si può anche crescere con loro e migliorare. I genitori devono riuscire a dare sostegno ai propri figli, per rendere possibile la crescita della loro autostima e ricordarsi di avere rispetto per se stessi. Il benessere del bambino dipende anche da come un adulto si prende cura di sé. 

Perché scrivere un libro per genitori?

I genitori, sempre più spesso, desiderano una traccia da seguire per sentirsi più sereni nella crescita dei loro figli, ed è giusto che trovino delle risposte alle loro domande. Una pedagogia semplice ed efficace, come un manuale da poter consultare, diviso per argomenti e dalla lettura semplice ed esaustiva.

Come sono cambiati i bambini nel tempo?

Sono più sicuri di loro stessi ed hanno grandi convinzioni, ma sono molto fragili. Oggi spesso si pensa di compensare la presenza con gli oggetti, in realtà il tempo che chiedono di dedicare loro in modo esclusivo, non è poi così tanto. La cosa bella che hanno ancora è la fantasia ed è quello che permette loro di avere grandi inventive.

Quali sono gli errori più frequenti in un papà?

I papà sono meno presenti nella vita dei loro figli e credo sia l’unica loro lacuna. Nella vita dei bambini la presenza paterna è fondamentale, insegnano loro ad essere indipendenti, sono più obiettivi perché vedono con gli occhi ciò che la mamma osserva con il cuore.

Quali in una mamma?

Dovrebbe ritagliarsi il tempo per stare con i propri bambini in modo ludico, e pensare che a volte è meglio fare qualcosa non solo per loro, ma con loro. Una mamma è attenta ad ogni bisogno, ma qualche volta le sfugge che basterebbe una lettura o un gioco insieme per farli stare bene.

Un pensiero da donna alle donne

Una donna deve fermarsi qualche volta e prendersi un po’ di tempo per sé. Conciliare lavoro, casa e famiglia non è semplice, ma potersi ritagliare uno spazio per ricaricarsi, sarebbe indispensabile. Per il proprio benessere una donna dovrebbe riuscire a delegare di più.” Una sana lettura può anche non risolve re una situazione difficile che si vive, ma può sicuramente aiutare a trovare il tempo per far riflettere, vivendo la genitorialità in modo autentico e consapevole. 

comunicazione

 

LED WALL

human-centric

sociale

 

continua

formazione

 

CHILDWOOD

education

school

 

continua

cure a casa

 

CAREGIVER

health

gps

   

continua

progetti editoriali

  

MAGAZINE

webTV

book

 

continua

Per un'esperienza di navigazione ottimale ti consigliamo di accettare i Cookies di questo sito.